Workshop

La proposta didattica della Piccola Scuola di teatro, oltre ai corsi base di recitazione e ai corsi tecnici, offre workshop e seminari periodici intensivi che arricchiscono e completano la formazione degli allievi.

L’esperienza totalizzante del workshop permette agli allievi di sperimentare la modalità più vicina alla pratica di lavoro quotidiana dell’attore e la natura immersiva del seminario intensivo consente un apprendimento più veloce e intenso e l’opportunità di conoscere artisti e pedagoghi di prestigio nazionale e internazionale.

Commedia dell'Arte Moderna

Seminario sulla commedia dell’arte

Condotto da Andrea Cavarra

28/29 gennaio 2023

 

Il seminario propone un primo approccio alla Commedia dell’arte: il teatro in maschera tipicamente italiano, che parte dalle piazze e dai mercati della prima metà del XVI secolo e arriva ad oggi, alla nostra controversa società e alle nostre problematiche e speranze. Sarà un lavoro intenso sui molteplici aspetti della Commedia dell’Arte e del teatro in generale, caratterizzato da tanto metateatro e da una passione sconfinata per il tragicomico. Una commedia dell’arte più vicina ai contemporanei, mai rievocativa di un passato che non c’è più, ma rigorosamente ispirata alla tradizione.

Contenuti del laboratorio

-storia della maschera a teatro

-storia della Commedia dell’arte

-analisi della morfologia del viso e studio del personaggio

-uso della maschera

-lavoro sul corpo: gli anziani (Pantalone e Dottore), i servi (Zanni, Arlecchino e Brighella), gli amorosi, il capitano

-studio dei tipi universali

-costruzione del personaggio

-esercizi di improvvisazione

-costruzione e messa in scena di un canovaccio

 

Andrea Cavarra è un attore, mascheraio, scenografo, regista, insegnante e organizzatore di eventi, si occupa di teatro in maschera e di teatro popolare contemporaneo da 25 anni.
Si è formato con grandi maestri della commedia dell’Arte come Carlo Boso e Antonio Fava.
Attualmente è direttore artistico dell’associazione Zorba Officine Creative con cui crea spettacoli, ricerca sulla maschera teatrale e diffonde nel mondo la sua filosofia di teatro popolare colto.
Dal 2014 dirige l’Atelier del Teatro e delle Arti ed è vicepresidente di Artepassante a Milano. É inoltre executive producer e fondatore di Bämsemble Company e insegnante dell’Accademia dell’Arte di Arezzo. Lavora e ha lavorato con Paolo Rossi, Dario Fo, Massimiliano Civica, Alfredo Iriarte, Roberto Prestigiacomo, Enrico Masseroli, I Made Djimat, Tim Supple, Dan Milne, Cesar Brie, Jon Kellam e tanti altri. Il suo Atelier nella stazione di Repubblica, a Milano, vanta ad oggi centinaia di collaborazioni e più di 50 artisti che collaborano ogni giorno con lui nella ricerca sul teatro popolare contemporaneo e in particolare sull’uso della maschera in tutti i generi di teatro in cui è utilizzata.

INFORMAZIONI GENERALI
Giorni e orari di frequenza sabato 28 e domenica 29 gennaio 2023
Orario dalle 10 alle 19 con un’ora di pausa.
Ore di lavoro:16
Quota di partecipazione € 100 + assicurazione (per gli esterni) € 50 per gli allievi TdC. Gli allievi dei secondi anni e del terzo anno hanno diritto a partecipare gratuitamente a uno dei tre seminari proposti, nel caso siano interessati anche agli altri, il costo del seminario è al 50%.

Sede Centro di Formazione Teatrale del Teatro del Cerchio in via Lavagna 6/A (via La Spezia)
Info e iscrizioni [email protected]  – 345 7507803

POSTI LIMITATI. Al raggiungimento del numero massimo di partecipanti, le iscrizioni verranno chiuse.

Per finta per davvero

Seminario sulla poetica teatrale della Compagnia Controcanto

Condotto da Clara Sancricca e dagli attori della Compagnia

18/19 febbraio 2023

 

Per finta per davvero è un laboratorio di sperimentazione teatrale e di pratica drammaturgica collettiva a cura di Controcanto Collettivo. In due giornate intensive di lavoro e laboratorio gli attori e autori di Controcanto approfondiranno insieme ai partecipanti il loro metodo di creazione teatrale, seguendo le stesse linee che seguono nella scrittura scenica dei loro spettacoli. Il lavoro si concentrerà in particolare sull’ascolto, sulla precisazione degli stati emotivi e sull’autenticità della proposta interpretativa, nella ricerca della più profonda adesione a una condizione fittizia, la cui finzione, però, è solo l’involucro di una realtà non meno vera.

Controcanto Collettivo “Ci chiamiamo Controcanto perché è una parola che coniuga l’aspetto politico con quello poetico. Ci chiamiamo anche Collettivo perché il nostro canto è intonato a più voci. Un canto che si muove dentro, sotto e in certo modo contro la melodia principale e contro la lettura dominante, che è spesso una lettura di comodo; ma l’accento di questo essere contro non sta sul bandire, sul destituire o distruggere, ma sul riscoprire e sul rifondare. Ci piace portare in scena ciò che ci commuove e ci commuovono gli esseri umani quando sanno essere luminosi pur nella finitezza, nella fragilità e nell’inadeguatezza dei loro strumenti.”
Controcanto è un collettivo teatrale dei Castelli Romani. Nasce formalmente nel 2011 come proseguimento e come affondo di un percorso di laboratorio, nel quale i componenti avevano maturato negli anni una grammatica teatrale comune.
Dopo i primi lavori, nel giugno del 2013 debutta NO – una giostra sui limiti dei limiti imposti, opera ironica e dissacrante dedicata al concetto di divieto, che vince il premio della critica al Roma Fringe Festival del 2014. Con lo spettacolo successivo, Sempre Domenica (2016), ispirato al tema del lavoro, Controcanto vince nel 2017 il premio In-Box e nel 2018 è selezionato per il festival Dominio Pubblico, per Direction Under-30 del Teatro Sociale di Gualtieri e a Bologna per il Festival 20 30.
Nel 2019 debutta Settanta volte sette, spettacolo sul tema della riconciliazione, tra i vincitori dell’edizione dei Teatri del Sacro 2019.  Nello stesso anno il collettivo vince il Premio ANCT (Associazione Nazionale Critici di Teatro) come migliore compagnia emergente e Settanta volte sette riceve diverse segnalazioni dai giurati dei Premi Ubu 2020 tra cui: miglior spettacolo, miglior regia, miglior drammaturgia e migliore interpretazione under-35.  Nel 2020 Controcanto è tra i vincitori del bando Toscana Terra Accogliente, promosso da Residenze Artistiche della Toscana, con il progetto Salto di specie, dedicato alle contraddizioni della relazione tra uomo e animale. Grazie al sostegno e alle residenze offerte dal bando, lo spettacolo debutta nel luglio 2022 all’interno di Kilowatt Festival. Nel settembre 2022 Controcanto viene insignito del Premio Hystrio-Iceberg come miglior compagnia emergente.
Controcanto Collettivo è animato da Federico Cianciaruso, Riccardo Finocchio, Martina Giovanetti, Andrea Mammarella, Emanuele Pilonero e Clara Sancricca.

 

INFORMAZIONI GENERALI
Giorni e orari di frequenza sabato 18 e domenica 19 febbraio 2023
Orario dalle 10 alle 19 con un’ora di pausa.
Ore di lavoro 16
Quota di partecipazione 100 € + 20 € assicurazione (per gli esterni) – 50 € per gli allievi TdC. Gli allievi dei secondi anni e del terzo anno hanno diritto a partecipare gratuitamente a uno dei tre seminari proposti, nel caso siano interessati anche agli altri, il costo del seminario è al 50%.

Sede Centro di Formazione Teatrale del Teatro del Cerchio in via Lavagna 6/A (via La Spezia)
Info e iscrizioni [email protected]  – 345 7507803

POSTI LIMITATI. Al raggiungimento del numero massimo di partecipanti, le iscrizioni verranno chiuse.

Ho vegliato sereno le notti - dal pensiero al personaggio - studio su Lucrezio

Se fuori da queste ampie mura del mondo, si stende lo spazio,
la mente vuole alzarsi a vedere e in quel vuoto, l’anima mia, peregrinare
Tito Lucrezio Caro

 

Ho vegliato sereno le notti

dal pensiero al personaggio – studio su Lucrezio

Seminario su De Rerum Natura di Tito Lucrezio Caro

Condotto da Antonio Zanoletti

 

Studi e approfondimenti su questa materia che non è ancora teatro, che non è “personaggio” che si rivela, ma puro pensiero. Materia che si “farà” personaggio. Prima della costruzione di un personaggio si deve nutrire il pensiero che si fa parola.
Il seminario vuole avere la semplice volontà di allenare la parola detta dopo averla pensata. Si vuole esaminare attraverso i versi del grande Lucrezio la natura, il cosmo, l’uomo, in tutta la loro potenza e il loro mistero, ma anche la commovente fragilità del tutto.
La scienza ha avuto in Lucrezio il suo unico grande poeta.

INFORMAZIONI GENERALI
Giorni e orari di frequenza sabato 4 e domenica 5 marzo 2023
Orario dalle 10 alle 19 con un’ora di pausa.
Ore di lavoro 16
Quota di partecipazione € 100 + assicurazione (per gli esterni) € 50 per gli allievi TdC. Gli allievi dei secondi anni e del terzo anno hanno diritto a partecipare gratuitamente a uno dei tre seminari proposti, nel caso siano interessati anche agli altri, il costo del seminario è al 50%.

Sede Centro di Formazione Teatrale del Teatro del Cerchio in via Lavagna 6/A (via La Spezia)
Info e iscrizioni [email protected]  – 345 7507803

POSTI LIMITATI. Al raggiungimento del numero massimo di partecipanti, le iscrizioni verranno chiuse.

Vuoi avere più informazioni?

Scrivici o chiamaci e saremo felici di aiutarti